In caricamento. Attendere, grazie
Hide page preloader

A REGGIO LA SERIE A2 DI SCHERMA OLIMPICA E LA PROVA NAZIONALE DI SCHERMA PARALIMPICA

A REGGIO EMILIA LA SERIE A2 DI SCHERMA OLIMPICA E LA PROVA NAZIONALE DI SCHERMA PARALIMPICA

Dopo 11 anni, la grande scherma torna a Reggio Emilia.

Il 26, 27 e 28 aprile 2019, la nostra città ha ospitato in contemporanea ben due eventi inseriti nella stagione nazionale agonistica della Federazione Italiana Scherma: il Campionato Italiano a squadre di Serie A2 e la V° prova Nazionale Paralimpica.
Tre giorni di sport e competizione al palasport di via Guasco, tra assalti di spada, fioretto e sciabola a cui si è potuto assistere gratuitamente. E poi momenti di divertimento e socialità: iniziative dedicate ai bambini mentre le persone in carrozzina hanno potuto provare l’emozione della pedana. La tre giorni è stata organizzata dall’Ama Club Scherma Koala di Reggio Emilia, in collaborazione con FCR – Reggio Emilia Città Senza Barriere

Uno sport davvero inclusivo che ha emozionato, commosso e fatto divertire una città intera.

“Vogliamo avvicinare quante più persone possibili alla scherma, uno degli sport più vincenti d’Italia e che nel nostro paese vanta una grande tradizione – dice Massimo Bertacchini -. E’ una disciplina che ci permette di trasmettere ai ragazzi valori importanti, a partire dal rispetto dell’avversario. I bambini imparano subito che in pedana non si può barare: l’apparecchio che assegna la stoccata è sovrano”.

La Serie A2 in numeri: 96 squadre iscritte, divise tra il tabellone maschile e quello femminile; 384 atleti provenienti da ogni parte d’Italia; 16 le pedane sulle quali si tireranno gli assalti delle tre armi, si inizia venerdì con la sciabole, sabato spada e domenica fioretto.

La gara paralimpica: 103 atleti partecipanti, un vero record, suddivisi in tre categorie che si sono affrontati con le tre armi sulle sette pedane paralimpiche, 30 tra arbitri e direzione di Torneo.
In gara anche Simone Rabitti: lo spadista reggiano ha incontrato la scherma nel difficile percorso di recupero dall’incidente stradale in cui è rimasto coinvolto nel 2009 e al Club Koala ha trovato nuovi stimoli. Negli anni è cresciuto fino a vincere, nel 2018, la gara nazionale Paralimpica di Ancona e conquistare medaglie e riconoscimenti, una trentina i volontari impegnati nell’assistenza agli schermidori.

Le persone affette da disabilità hanno avuto la possibilità di provare a “duellare”, salendo sulla pedana della finale per un Open Day domenica 28 aprile dalle 15.00 alle 17.00.

A questo link è possibile scaricare la locandina dell’evento.

Qui alcune immagini dell’evento