In caricamento. Attendere, grazie
Hide page preloader

Danza e fragilità

Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto, ha coinvolto Reggio Città Senza Barriere,  l’Assessorato alla Cultura di Reggio Emilia  nella rete nazionale Europe Beyond access, coordinata da British Council e da Festival Oriente Occidente che vede interessati rappresentanze del MiCBAT, diverse Regioni e compagnie di danza, artisti con fragilità e disabilità.

Tutti insieme per ragionare rispetto al connubio danza e fragilità, capire quali politiche perseguire per consentire a persone fragili e con disabilità non solo la totale accessibilità dell’arte, ma anche la professionalizzazione nell’ambito artistico.
Aterballetto ieri ha aperto le porte ai servizi socio occupazionali del territorio, offrendo loro la possibilità di assistere in Fonderia alle prove dello spettacolo di danza “Feeling Good“, realizzato dal coreografo Diego Tortelli e interpretato dai ballerini Aristide e Cristian.

L’opera nasce dalla volontà di sconfiggere i canoni di bellezza classici, dell’uomo vitruviano, attraverso una ridefinizione nel contemporaneo. “L’armonia scaturita dai movimenti di un ballerino disabile e un ballerino abile è una nuova forma di bellezza”.

Qui alcuni scatti di Diego Tortelli insieme ai danzatori nell’incontro con i servizi del territorio CTO, Nessuno Escluso, La Polveriera Diurno , Casa Ferrari , l’Eco. I LAB, Progetti Collettivi.