In caricamento. Attendere, grazie
Hide page preloader

Farmacia delle parole

Sabato 7 ottobre 2017, ore 18 – in Piazza Prampolini – una performance collettiva, collegata alla Settimana della Salute Mentale, per coinvolgere la città sul tema dell’ascolto.

La performance

Una farmacia insolita in cui i medicinali sono Parole che rimettono in moto domande, vissuti, idee, paure. Facilitatori sociali, esperti per esperienza e cittadini si incontrano per riscoprire il senso del sentirsi ascoltati e dell’ascoltare,
 di sedersi l’uno di fronte all’altro, di vedersi e non solo guardarsi. Il piacere di fare domande con l’interesse di capire l’altro, di parlare di sé per sentire la forza della condivisione di storie di vita.

Obiettivi

Contribuire ad eliminare lo stigma legato al disagio psichico.
 Affermare che la salute mentale è un bene comune dell’intera collettività; è l’esercizio che dimostra il livello di civiltà raggiunto da una società intera, alla cui crescita sono chiamati tutti: professionisti sanitari, utenti, familiari, istituzioni e cittadini.
 Portare il tema del benessere mentale più vicino ai cittadini, nella comunità, creando opportunità di confronto e condivisione.
 Comunicare l’importanza del saper ascoltare.

I facilitatori sociali

A Reggio Emilia esiste da oltre 9 anni un’esperienza di eccellenza promossa e realizzata dal centro di salute mentale: al servizio di accoglienza e centralino del CSM rispondono utenti o ex utenti che, opportunamente formati, collaborano con il servizio stesso diventando in questo modo “facilitatori sociali”. Una risorsa per sé stessi, per gli utenti, i medici e gli operatori. I facilitatori sociali offrono anche un’esperienza: la loro. Un’esperienza che porta oltre 
lo stigma e lascia vedere la persona, il suo valore profondo. Si scopre così il loro alto grado di empatia che deriva dalla consapevolezza di sé e dal proprio percorso di sofferenza, la loro sensibilità, rispetto e comprensione dell’altro e soprattutto, ascolto sincero.

Gli esperti per esperienza

Gli Esperti sono persone che hanno vissuto o vivono a diretto contatto con la disabilità, formate e coordinate da uno staff di psicologi e operatori, offrono la loro esperienza a persone e famiglie che affrontano il tema per la prima volta. Madri, padri, fratelli e sorelle, e persone con disabilità: chi ha vissuto sulla propria pelle un disagio o una difficoltà ne diventa “esperto” e può diventare una risorsa preziosa che completa e arricchisce il lavoro del personale ospedaliero, dai tecnici agli operatori socio sanitari, offrendo un punto di vista diverso, un supporto umano, un aiuto da persona a persona. Gli Esperti sono presenti in alcuni reparti ospedalieri della città (neonatologia, pediatria e neuropsichiatria infantile) e a Correggio (riabilitazione neurologica) per ascoltare, accompagnare, condividere la propria esperienza, orientare e fornire informazioni pratiche e utili ad affrontare una situazione di difficoltà e cambiamento.

Qui il link al video dell’evento