In caricamento. Attendere, grazie
Hide page preloader

Narrazioni senza barriere: Reggio Narra 2019

Anche quest’anno Reggio Città Senza Barriere ha partecipato a Reggio Narra con un calendario ricco di appuntamenti e ancora più articolato delle scorse edizioni.

Su fili di seta è il tema scelto per questa puntata e pensiamo parli proprio di noi, del nostro agire quotidiano come operatori del sociale su relazioni delicate quanto preziose; parla di noi come genitori e famigliari di persone con disabilità che, come funamboli impariamo ben presto a stare in equilibrio tra la sofferenza di diagnosi tristi e le fatiche quotidiane, ma sappiamo anche stupirci di ogni piccola nuova e inaspettata conquista delle persone a cui vogliamo bene; parla di noi, persone che la disabilità ha reso forse storte e improbabili su un filo, ma che su quel lo ogni giorno sappiamo perdere l’equilibrio per tentare un passo in più.

Crediamo che questa edizione sia proprio per noi, per poter portare il nostro sguardo alle tante persone di ogni età che vivono l’esperienza magica di ReggioNarra. E proprio con questo intento di offrire sguardi, abbiamo creato un calendario ricco, rivolto a bambini di ogni età e a grandi capaci di ascoltare e sognare, per consentire a ciascuno di cogliere il nostro invito.

Questa volta, più ancora delle precedenti, non siamo stai soli in scena, perché hanno partecipato sulla scena insieme a noi amici, persone con disabilità, operatori, artisti professionisti, intenditori dell’insolito, incantatori di bellezza, le Galline, una regina e il suo corteo, clown, maschere, storici inventati e nte guide turistiche, danzatori e la banda degli strani. Un’arca di personaggi improbabili racchiusi in un abbraccio.

Un ringraziamento speciale però lo vogliamo fare a chi ha collaborato con noi, mettendoci cuore e passione, alla costruzione di un programma così denso e importante, perciò grazie innanzitutto a tutti gli operatori dei servizi a favore di persone adulte con disabilità della nostra città, perché ci hanno seguito in un percorso accidentato, stando sul lo e scoprendo equilibri nuovi.

Un grazie a Laura, Pina, Daria, Ada, Marina, Silvia e Marco per averci accompagnato su quei fili, tenendoci per mano e spingendoci un po’ in avanti.
Grazie di cuore a Emmanuel Gallot Lavallèe e a Mario Buchbinder, che, dopo averci portato sul lo, ci hanno insegnato a stare in equilibrio con lo sguardo verso l’alto e il cuore aperto, e un grazie speciale a te, Matteo Razzini, che con leggerezza e poesia stai al nostro fianco, facendoci scoprire pedagogie artistiche.

Un grazie altrettanto speciale va a voi, Rosa e Ilaria, referenti della didattica della Fondazione Palazzo Magnani, per l’entusiasmo con cui stiamo fondendo arte e sociale in sperimentazioni coraggiose per avvicinare fragilità e bellezza.

Un ringraziamento sentito va anche a Valorugby, non solo per aver sponsorizzato parte delle attività, ma anche per averci fatto scoprire un meraviglioso terzo tempo in cui vincitori e vinti, forti e sconfitti festeggiano insieme.

E proprio questo saper festeggiare insieme LA BELLEZZA DELLA FRAGILITÀ è il regalo che Città Senza Barriere quest’anno ha voluto fare a tutti i cittadini di Reggio Emilia e a tutti i curiosi visitatori di ReggioNarra.

A questo link il calendario degli appuntamenti.