UN PACCO REGALO PER ACCORCIARE LE DISTANZE

I centri socio-occupazionali e i progetti di tempo libero sono fisicamente chiusi dal 9 marzo, ma le attività non si sono mai fermate. Si sono spostate dentro le case di ognuno e attraverso i PC e i cellulari, per dare continuità ai rapporti tra persone e ai percorsi di autonomia, nonostante il lockdown.

Però manca ancora qualcosa, che lo schermo del computer e del telefono non riescono a far passare: “qualcosa da stringere fra le mani, in un momento in cui il contatto è impossibile”, come spiegano il sindaco Vecchi e gli assessori Rabitti e Marchi.

Così, è venuta l’idea: recapitare nelle case dei pacchi dono. Il contenuto? Oggetti concreti, accompagnati da indicazioni e suggestioni su come usarli. Un piccolo pensiero, per ritrovarsi “Distanti ma Uniti”.

Consorzio Oscar Romero, Coress, l’Ovile, l’Associazione R+, K-LAB, Semi Liberi, Reggiana Calcio e Farmacie Comunali, i referenti dei servizi  Nessuno Escluso, Cto, Sil, I-lab e Progetti Collettivi, SAP, Spazio Liero, Extra Time, ma anche Marco Zanichelli art director di Art Factory 33 e Marina Sensati conduttrice de I Raccontastorie hanno raccolto e sviluppato l’idea in sinergia con Città Senza Barriere e in sole 2 settimane sono stati preparati quasi 500 pacchi regalo da recapitare a tutte le persone coinvolte nei servizi socio-occupazionali e di tempo libero.

Diverse professionalità all’opera per pacchi diversi, pensati per adattarsi al tipo di percorso degli utenti e alle loro passioni.

Nel Pacco Beauty ci sarà tutto il necessario per la cura del corpo; agli appassionati di sport arriveranno strumenti per l’attività fisica e indicazioni per un piccolo allenamento quotidiano. Il Pacco Artistico e il Pacco Narrazioni sono stati pensati per stimolare la creatività e la capacità di raccontare, mentre qualcuno riceverà una serie di strumenti utili per riorganizzare la giornata in questo periodo così particolare. Chi aveva avviato un tirocinio e potrebbe avere nostalgia del lavoro riceverà prodotti alimentari e ricette per allenarsi un po’ ai fornelli.

In tutti i pacchi, qualche accorgimento per proteggersi dal virus, una ricetta sfiziosa e i numeri utili da chiamare in caso di necessità, tutto rigorosamente tradotto in CAA dal GIS.

E, infine, un pacco agli Esperti per Esperienza: negli ultimi anni si sono messi a disposizione per ascoltare e consigliare; oggi vogliamo ringraziarli con un piccolo pensiero.

Alcune immagini che documentano la realizzazione dei pacchi per il progetto DISTANTI MA UNITI.

Alcune immagini che documentano la consegna dei pacchi.