img_4497Come sarà il parco giochi inclusivo che nascerà al parco del Noce Nero?

Un tavolo di lavoro ne sta studiando le caratteristiche, improntate sul concetto che un parco giochi inclusivo è tale solo se al proprio interno permette a tutti i bambini di giocare insieme. Non è infatti ipotizzabile una struttura che accolga, ma poi ponga barriere, più o meno esplicitate.
Non può essere definito inclusivo un parco perché al proprio interno accoglie un’ altalena idonea a disabili; le disabilità, fra l’ altro, non sono solo di tipo motorio, pertanto occorre tener presenti ben altri parametri.

tavola-1Qui sta la difficoltà: coniugare le molteplici esigenze per creare una sintesi che permetta a tutti i bambini di condividere, anche magari con diverse modalità, le strutture di gioco, per giocare veramente insieme, in un ambiente protetto, esteticamente valido e ben inserito nel contesto del Parco del Noce Nero.

Già le piste ciclo pedonali che conducono al Parco sono essenziali per la mobilità in sicurezza di tutti i bambini, con qualsiasi mezzo vi arrivino, a piedi, in bicicletta, in carrozzina, in passeggino..

tavola-2Ma è all’ interno che si gioca il tutto, e la progettazione in atto vuole appunto saper rispondere a tale esigenza, perché nessuno si senta discriminato o, ancor peggio, escluso.

In questa storia