In caricamento. Attendere, grazie
Hide page preloader

COMUNICO ERGO SUM: convegno sulla comunicazione facilitata

Convegno internazionale sulla Comunicazione facilitata alfabetica (Cf) “Comunico ergo sum”

Ad aprire il convegno, sabato mattina alle ore 9.00, la presidente di Fcr Annalisa Rabitti, il presidente di Vi comunico che penso Fabio Sesti e la presidente del Giardino del Baobab di Reggio Emilia Brunetta Zinelli.

Diversi i relatori sono intervenuti nel corso della due giorni, tra cui diversi ospiti internazionali ed esperti provenienti da tutto il mondo. Tra gli interventi, il contributo di Rosemary Crossley, la pedagogista che per prima ha sviluppato la Comunicazione Facilitata (Australia).

Programma del convegno 

A partire dall’attuale stato dell’arte relativo alla comunicazione facilitata alfabetica, il convegno ha presentato nuove ipotesi sperimentali e prove di validazione attraverso le tecniche del message passing (ossia la trasmissione del messaggio da parte della persona facilitata in presenza di facilitatore non informato), l’analisi linguistica dei testi prodotti mediante CF, l’emg (elettromiografia che misura il livello di attivazione muscolare) e l’eye-trackers (ossia il controllo e la mappatura del puntamento oculare, grazie alla strumentazione tecnologica finanziata della Trent Univertsity di Nottingham).

I ragazzi e le ragazze che hanno partecipato ai test sia in Italia che a Nottingham (Uk) sono di diverse età e affetti da disabilità differenti, accomunati dal fatto che non si esprimono a pieno o per nulla a voce. Riescono però a trovare la loro piena espressione nel linguaggio scritto, attraverso la Cf, che consente loro di comunicare bisogni, desideri, conoscenze e creatività. Negli anni sono stati sollevati molti dubbi contro questa tecnica, accusata di recente anche di ledere i diritti delle persone con disabilità, ed è proprio per questo che l’associazione italiana Vi comunico che penso, che raduna al suo interno varie associazioni presenti sul territorio italiano, ha partecipato alla ricerca scientifica dell’Università di Nottingham al fine aggiornare, con le nuove tecnologie a disposizione, la valutazione scientifica della tecnica. I dati presentati al convegno, in cui sono intervenuti docenti e ricercatori di diversi paesi, sono frutto di questi primi tre anni di ricerca scientifica.

L’appuntamento è promosso da Fcr, nell’ambito del progetto di mandato Reggio Emilia Città senza barriere in collaborazione con l’associazione italiana Vi comunico che penso e la onlus Il Giardino del Baobab, con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia, l’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia-Romagna e l’Università di Pisa.

Di seguito i link dello streaming del Convegno

https://m.youtube.com/watch?v=FN1jp_OLMJ4

https://m.youtube.com/watch?v=SnYqP-zK2DE

https://m.youtube.com/watch?v=SnYqP-zK2DE