Chiunque può essere “creativo”, può esprimere idee atte a comunicare eventi, realizzando prodotti culturali, qualora adeguatamente formato supportato.

È proprio questa l’idea alla base di Art Factory:

“laboratorio di illustrazione, scultura, Street Art e performance per persone con disabilità e/o disturbi psichici” voluto da Reggio Citta Senza Barriere ed in atto, dal 4 aprile con cadenza settimanale, presso i locali dell’ex Maffia.

Un atelierista è stato chiamato da affiancare via via volontari, grafici, scultori, creativi, a seconda del prodotto culturale da realizzare, prodotto che costituirà poi parte essenziale della comunicazione di un evento.

Già il laboratorio di Art Factory ha contribuito a comunicare la giornata dedicata al Manifesto del Diritto alla Bellezza del 5 maggio ed è stato coinvolto nella realizzazione di prodotti relativi all’evento #coloriamoVENTO, previsto il 30 maggio nel tratto della ciclabile tra Boretto e Guastalla.

Qui l’immagine della  bandiera disegnata da Art Factory.

Qui la descrizione dell’iniziativa VENTO.

Altre tappe: la campagna di comunicazione per la mostra di Art Brut presso Palazzo Magnani da settembre 2018 che partirà con una performance il 22 settembre in Piazza Prampolini in occasione della Settimana della Salute Mentale.

Tanti attori, dunque, in sinergia per permettere anche persone fragili di sperimentare, dare apporti personali ad una progettazione, esprimere competenze celate, creare prodotti culturali capaci di comunicare, in modo magari innovativo e del tutto inusuale, importanti eventi legati al territorio ed alle finalità di Reggio Emilia Citta Senza Barriere.

In questa storia